vai al contenuto. vai al menu principale.
Accesso

Il comune di Bellinzago Novarese appartiene a: Regione Piemonte - Provincia di Novara

Menu di navigazione

Storia

Epoca Romana

Il primo nucleo insediativo di Bellinzago sorse probabilmente in epoca romana. Corrado Gavinelli, nei suoi scritti, indica la presenza di una centuriazione del territorio e di una probabile presenza di strutture di difesa dell'originario accampamento romano che era forse collocato dove oggi sorgono la chiesa di Sant'Anna e l'edificio del Municipio. E' da notare però che questi dati non sono avvalorati da nessuna fonte archeologica. Nonostante ciò è piacevole immaginare sulla collina dei soldati romani con armeggi che si concedono un po' di riposo, le genti del posto che dalle capanne osservano con aria stupita, spaventata e forse divertita l'"augure" (sacerdote) che, dopo aver concluso le meditazioni e i rituali, poneva il suo "cippo gromatico" (bastone che serviva per tracciare le due strade principali delle città romane, il cardo e il decumano) nel "tetrans", (termine che letteralmente significa quarto ma, in questo caso, sta ad indicare l'intersezione tra cardo e decumano, piazza Sant'Anna) e tracciava il "decumano maximus" (via Matteotti) e successivamente il "cardo maximus" (via Don Minzoni e Ruga Nuova). Da quella croce tracciata sul terreno si dovevano erigere le costruzioni dell'avamposto romano. Non è da escludere che gli abitanti appartenenti alla cultura di Golasecca, sita sul terrazzamento del Ticino, piano piano si siano spostati verso l'abitato romano e insieme abbiano dato vita al paese di Bellinzago.