vai al contenuto. vai al menu principale.
Accesso

Il comune di Bellinzago Novarese appartiene a: Regione Piemonte - Provincia di Novara

Menu di navigazione

Storia

L'Ottocento

Il 30 maggio 1800 Napoleone Bonaparte passò da Bellinzago, restaurando la municipalità. Si aprì così il breve periodo repubblicano, tassello prezioso nel mosaico della storia del paese. La Badia di Dulzago venne ceduta al francese Pierre Saint Prix Rejnier, il quale da accorto imprenditore, vide nella coltivazione del riso, già preesistente ma non sfruttata al meglio, un mezzo per conseguire ottimi guadagni. Provvide quindi alla creazione di una rete idrica adeguata, ponendo in tal modo le basi per lo sviluppo di quella che diventò la coltura principale della valle del Terdoppio. Diversi furono gli interventi operati dai Francesi: dai lavori di ampliamento dei circuiti stradali, come ad esempio la costruzione della strada nuova che poi divenne la provinciale, all'istituzione delle scuole elementari, fino all'introduzione del sistema metrico decimale e della lira italiana. Tornati ai Savoia nel 1814, Novara e il Novarese si trovarono al centro degli avvenimenti storici risorgimentali, soprattutto di quelli legati alla prima guerra d'Indipendenza. I centri del territorio si avviarono così verso l'unificazione dello Stato e verso una organizzazione che divenne sempre più allargata sia sotto il profilo territoriale che sotto quello economico. Accanto all'agricoltura, infatti, l'Ottocento vide, anche in Bellinzago, la formazione di laboratori e officine che crearono all'interno del borgo nuove dinamiche sociali.